Il barattolo virtuale

Questo post costituisce in gran parte un aggiornamento di uno analogo intitolato Un passo avanti con il Denaro. Una lettrice, Alessandra, mi ha fatto notare che in alcuni paesi – come quello dove vive lei, la Francia – il contante è praticamente scomparso, e la moneta è tutta elettronica, e quindi diventa difficile avere a portata di mano degli spicci da poter depositare nel barattolo di marmellata.

Lo spunto era troppo appetitoso. In Italia, come ben sappiamo, di contante ne circola decisamente di più, e quindi la strategia del barattolo fisico è molto più praticabile. E indubbiamente il fatto di vedere il barattolo aiuta ad essere più costanti. Tuttavia, dopo un po’ di riflessione, ritengo di poter essere utile anche a coloro che vivono in paesi dove la moneta è in gran parte dematerializzata. Proviamo a concepire il barattolo come virtuale. Cioè, invece di un posto fisico, immaginiamone uno dematerializzato. I primi posti del genere che mi vengono in mente sono i principali strumenti finanziari usati dal pubblico retail. Ovvero, il conto bancario e le carte prepagate.

Entrambi possono funzionare come barattoli. Un po’ come usava un tempo, quando per esempio i genitori ‘aprivano il libretto’ per gli studi dei figli. Un po’ di soldini ogni mese, e alla maggiore età ci si ritrovava con il necessario per pagare le tasse universitarie.

Allo stesso modo, si può pensare di aprire un conto corrente ‘intoccabile’, o più semplicemente una prepagata, su cui caricare periodicamente piccole somme, da destinare a un obiettivo preciso. Finché l’obiettivo non è raggiunto, quei soldi non esistono.

Certo, occorre disciplina. Ma, a ben vedere, non più di quella necessaria a tenere chiuso il barattolo fisico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.