Riconoscere i pensieri di Serie C

Tempo fa ho sviluppato una riflessione di tipo “calcistico”, classsificando i nostri pensieri, essenzialmente, in tre categorie, Serie A, B e C. In questi giorni, in cui sperimento un certo affaticamento psicofisico legato molto banalmente a naturalissimi bioritimi, si affacciano spesso dei pensieri di Serie C, ovvero non particolarmente brillanti dal punto di vista vibrazionale.

Stando così le cose, mi sono detto: per mettere a frutto questo tempo caratterizzato da una vibrazione un po’ sotto le righe, perché non esercitarmi a riconoscere i pensieri di Serie C? Per farlo, mi serve soltanto il minimo sindacale di dis-identificazione dal flusso della mia mente.

Anche qui, come dico spesso, è questione di decidere di farlo e poi cominciare a farlo di tanto in tanto consapevolmente. Non sempre riesce, ma con l’allenamento (riecco lo sport!) diventa poi un’abitudine abbastanza automatica.

Magari poi ne riparliamo più avanti, ma intanto posso dirvi che individuare i pensieri di Serie C si sta rivelando uno dei modi più proficui di investire il mio tempo. Quando individuo un pensiero di questo tipo, e ne prendo le distanze, ecco che si libera un notevole potenziale energetico, da utilizzare per andare verso i propri obiettivi, anziché disperderlo in mille e mille direzioni che non ci portano da nessuna parte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.