La di-gestione della frustrazione

Ci piacerebbe che “le cose” andassero sempre “bene” (cioè, come vogliamo noi). Spesso però gli esiti desiderabili sono pochi, quando addirittura non è uno soltanto, mentre gli esiti possibili di qualunque cosa sono infiniti o comunque indeterminati.

Ne deriva che, a livello statistico, è molto più probabile che le cose vadano più o meno diversamente da come vorremmo e/o ci aspettiamo. Cioè, dal nostro punto di vista vanno più o meno “male”.

Apparentemente, non è una bella prospettiva. Cioè, fammi capire: io devo passare la maggior parte della mia vita a farmi un fegato tanto perché le cose non vanno come voglio io???? E che razza di vita è???

Un commento di questo tipo è in realtà pìù che comprensibile. Comprensibile, ma completamente sbagliato. Per il semplice motivo che non dobbiamo essere felici quando le cose vanno come vogliamo noi, ma piuttosto porci l’obiettivo di essere felici a prescindere.

Un simile concetto può sembrare un po’ paradossale, ma non lo è affatto. Perché, se coltiviamo la gioia, decidendo di cogliere il meglio di ogni situazione che ci si presenta, aumentiamo di molto le possibilità che “le cose” vadano “bene”, cioè in un modo gradevole per noi.

Quindi, occorre in un certo qual modo imparare a gestire la frustrazione, ovvero, la sensazione che “le cose” vadano “male”. Si tratta infatti di una sensazione che ha la strana abitudine di autoalimentarsi, creando un campo energetico che molto probabilmente perpetuerà un corso delle “cose” “negativo”.

Ne deriva che occorre implementare un controcampo energetico positivo. Questo può essere ottenuto usando la consapevolezza, il più spesso possibile e con la massima intensità di cui siamo capaci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.