Fuori dallo spazio-tempo

Stiamo troppo all’interno del flusso spazio-temporale. Specialmente in questo periodo (Marzo 2021) siamo focalizzati sullo scorrere del tempo e sulla gestione dello spazio perché, per esempio, dobbiamo ricordarci di mettere la mascherina igienizzarci le mani mantenere il distanziamento. Ma naturalmente succedeva anche prima, per esempio per il fatto che le bollette arrivano periodicamente, l’affitto o il mutuo vanno pagati tutti i mesi e alla fine ci convinciamo che il tempo è circolare e che non usciremo mai dalla ruota del criceto.

Quest’ultima convinzione è la più deleteria in assoluto, e sono sempre più convinto (giusto per rimanere in tema) che vada combattuta con tutte le nostre forze. Anche qui come negli altri casi, si tratta di allenarsi, prendendoci la respons-abilità di quello che pensiamo.

E qui ecco un esercizio che personalmente trovomolto utile per staccarmi dal flusso spazio-tempo. Lo chiamo “esternalizzazione”. Chiudo gli occhi, e mentalmente mi raffiguro aspetti della realtà intorno a me. E’ incredibile come allontanandosi col pensiero dal posto dove ci troviamo tutto assuma una dimensione affatto diversa, se vogliamo più centrata ed oggettiva.

Ma questo ovviamente è solo un esempio. Quello che conta è interrompere il flusso spaziotemporale che ci sta trascinando in modo limitante, uscendo dall’opinione che ci siamo fatti della situazione, per prenderne in considerazione altre, più vitali e stimolanti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.