Meraviglia, Catastrofe, Consapevolezza

Cerchiamo la Meraviglia, temiamo la Catastrofe, dovremmo piuttosto puntare alla Consapevolezza.

La Meraviglia somiglia un po’ al Paese dei Balocchi di Pinocchio. E’ una condizione in cui ci vengono offerti piaceri di ogni tipo, in genere molto materiali. Denaro, Successo, Sesso, Bellezza appariscente. Piacere infinito e incessante, per sempre. E’ un po’ il mondo che ci propone la pubblicità, fatto di persone splendide, sempre in perfetta forma e piene di soldi, che passano da una festa all’altra e guidano rombanti e potenti macchinoni.

Opposta alla Meraviglia, troviamo la Catastrofe. Ovvero, l’insieme delle peggiori disgrazie possibili, di tutto quello che temiamo di più, e che chissà come mai passiamo un sacco di tempo ad immaginare, tanto da far dire a qualche scrittore che “la mia vita è stata piena di grandi disgrazie, la maggior parte delle quali non sono mai accadute.” Che poi, come diceva qualcuno, “se c’è rimedio, perché ti preoccupi? Se non c’è rimedio, perché ti preoccupi?”

In genere, quindi, la nostra vita oscilla tra lo sperare la Meraviglia e il temere la Catastrofe. In effetti, però, è molto più facile che la nostra vita abbia aspetti che richiamano sfumature non estreme sia dell’una che dell’altra. Molto dipende a quel punto dagli aspetti su cui poniamo l’attenzione, positivi o negativi, o piuttosto piacevoli o spiacevoli per noi.

Questo porre l’attenzione in genere avviene in automatico, e per motivi che sarebbe lungo indagare, finisce per concentrarsi sugli aspetti non vitali, spiacevoli, “negativi” dell’esistenza. Naturalmente, possiamo prenderci la respons-abilità di gestire il processo. Questa respons-abilità specifica si chiama Consapevolezza.

Se decidiamo di osservare il processo mentale mentre si svolge, possiamo allenarci a trovare la Meraviglia che è intorno a noi, anche se magari in quel momento non ce n’è davvero che una briciola, una quantità infinitesimale. Grazie al potere dell’attenzione, quella briciola diventerà sempre più grande, e non avremo materialmente tempo di pensare alla Catastrofe.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.