Cronache dall’Isolamento

Stare molto in casa porta a riflettere molto su chi siamo e cosa vogliamo davvero. E’ un modo per staccarsi dal flusso “normale” delle nostre giornate, vissute spesso un tantino di fretta, fare un passo indietro e guardare da più lontano la tela della nostra vita, ciò che gli americani chiamano “the big picture”.

Di certo, le nostre abitudini in questo momento sono un po’ stravolte. Dipende dall’attrito che i percorsi mentali da attivare fanno con quelli che siamo soliti usare. Da qui, deriva una certa fatica sia fisica che emotiva, che va affrontata per quello che è, cioè un adattamento alla situazione per cui non possiamo andare (troppo) in giro?

Funzionerà tutto questo? Davvero servirà a ridurre la crisi che stiamo vivendo? Qualcuno pensa che tutto questo sia un’esagerazione. I complottisti pensano che sia una scusa per abituarci a una restrizione a prescindere delle nostre libertà. Chi ha ragione? Ce lo dirà il tempo, forse.

Di certo, come dicevo, ci sono dei percorsi mentali nuovi da attivare. Una volta superata l’inevitabile fase di attrito, acquisiremo la capacità di risolvere nuove sfide. Arricchiremo il nostro archivio di soluzioni. E, paradossalmente ma poi non più di tanto, una situazione che poteva sembrare una disgrazia ci renderà più forti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.