Come diventare ottimi conversatori

Un piccolo trucco che ho scoperto nel corso del tempo è che per essere ottimi conversatori non occorre parlare molto. Anzi, al contrario sembra che funzioni molto meglio ascoltare attivamente e porre domande al nostro interlocutore. 

Questo offre diversi vantaggi. In primis, credo alleggerisca di parecchio l’ansia che di solito associamo all’intraprendere una conversazione. Non dobbiamo necessariamente essere noi a parlare e parlare, ma piuttosto facciamo parlare i nostri interlocutori.

In secondo luogo, facendo parlare gli altri si imparano tantissime cose. Non a caso molti autori considerano che abbiamo due orecchie e una bocca sola, il che vuol dire che è opportuno ascoltare il doppio di quanto parliamo. Ascoltando le storie delle persone, spesso veniamo a conoscenza di cose che magari non avremmo mai immaginato, e che potrebbero anche esserci utili.

Infine, conversando con le domande facciamo sentire importanti i nostri interlocutori. il che ci rende molto spesso assai simpatici. Chi conversa con noi rimarrà con l’impressione che siamo persone interessanti, con cui magari vale la pena di sviluppare una relazione. Insomma, porre domande è utile sotto tantissimi punti di vista, e rende molto più piacevole la conversazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.