… E se non mi riesce?

bivioLo so che ragionamenti del genere  una persona motivata non dovrebbe nemmeno farli. Però, siccome la perfezione si può perseguire ma non raggiungere, può succedere che pensieri di questo tipo ci passino per la testa.

Cosa succede se non riesco? Se non raggiungo l’obiettivo? Se mi perdo per strada?

Qui si parrà la tua nobilitate, come dice il poeta. Qui vedremo di che pasta siamo fatti. Se veramente siamo capaci di essere leader di noi stessi. Possiamo tirare i remi in barca. Decidere che non ne vale la pena, e lasciarci andare alla deriva.  Ed è appena il caso di notare che comunque abbiamo preso una decisione.

Oppure, possiamo cercare di capire perché non abbiamo raggiunto l’obiettivo. Non domandandoci con voce lacrimevole “cosa ho fatto di male?”, ma dicendoci qualcosa del tipo ” va bene, questa volta non ci sono arrivato. In cosa posso migliorare per avvicinarmi?”.  Evidentemente per arrivare dove vogliamo, occorre che impariamo qualcosa. Riformuliamo l’obiettivo, e via verso nuove avventure.

Secondo voi, avremo più successo nel primo caso o nel secondo? Barrare la casella prescelta :-).

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.