Film, “L’uccello dalle piume di cristallo”

Ci sono debutti che segnano indelebilmente la carriera di un artista. Alcuni sono folgoranti, altri non troppo incisivi anche se lasciano intravedere quello che sarà il futuro sviluppo della poetica di un regista. L’esordio di Dario Argento dietro alla macchina da presa con L’uccello dalle piume di cristallo rappresenta già uno spartiacque per l’autore capitolino.
Cinefilo accanito, critico cinematografico, sceneggiatore per Sergio Leone, Argento inizia la sua carriera con un giallo dalle venature horror che anticipa alcuni dei temi a lui più cari, dimostrandone l’incredibile talento registico. Assoldato nel 1969 da Bernardo Bertolucci per adattare per il grande schermo il romanzo La statua che urla di Fredric Brown, Argento modella la storia a sua immagine e somiglianza, mettendo in scena i suoi incubi e le paure recondite.
Sam è uno scrittore che grazie all’interessamento di un amico ornitologo trova un lavoro all’istituto di scienze naturali durante il suo soggiorno romano. Una sera si imbatte nel raccapricciante tentato omicidio nei confronti di una gallerista assalita da un uomo con l’impermeabile. Sam salva la donna, ma le indagini su quel fatto iniziano a tormentarlo, tanto più che ad esso sembra riconducibile una lunga serie di delitti di donne. Quando nel mirino dell’assassino, probabilmente lo stesso che ha tentato di uccidere la gallerista, finisce la fidanzata di Sam, Giulia, l’uomo inizia una caccia al killer.
Se non avete mai visto il film non sveleremo di certo il nome dell’incriminato, sebbene sia stato abbondantemente “spoilerato”. Quello che conta è la capacità con cui Argento, al netto di qualche ingenuità di troppo nella scrittura, sappia condurre lo spettatore in questa realtà inquietante, in cui la violenza più atroce si riversa sulle donne, vittime predestinate della follia omicida maschile. Ma il racconto non sarebbe nulla se non fosse accompagnato da uno stile già molto definito. Argento ama il cinema e ama costruire gli spazi in maniera rigorosa e ricercata, quasi necessari e funzionali a ciò che narra. Imperdibile.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...